fbpx

La Colmar viene fondata a Monza nel 1923 da Mario Colombo creando il nome tra le prime tre lettere del cognome e le prime tre lettere del nome del suo fondatore.

Nei primi decenni l’azienda produce cappelli e ghette in feltro di lana, per poi dedicarsi alla produzione di abiti da lavoro utilizzando un cotone prodotto con successo dal Cotonificio chiamato Massaua 10.

Questo cotone era adatto anche per i primi pionieri dello sci.

In occasione delle Olimpiadi del 1952, la società ha per la prima volta l’incarico di vestire la squadra italiana di sci e, insieme a Zeno Colò, realizza la prima giacca a vento aerodinamica (chiamata guaina Colò)

 In questi anni nasce l’Olimpionica, la mamma di tutte le giacche a vento, realizzata in popeline impermeabile, con tascone e marsupio, le maniche ampie e il cappuccio.

Sig. Colò gli chiese come potesse fare per rendere la giacca da sci più confacente alle esigenze di chi si lanciava a capofitto nelle discese dove l’inconveniente maggiore era lo sbattimento al vento del tessuto.

Così nacque l’idea di inserire dei fianchetti nelle giacche di popelin e la magia fu fatta.

Alle Olimpiadi di Oslo ’52 Zeno indossava il primo capo aerodinamico da sci: una guaina aderente in nylon con fianchi e gomiti in tulle bielastico.

Zeno domina la discesa libera e la guaina diventa un best seller per molti anni, rimanendo in produzione fino al 1972.

La ricerca è sempre più serrata, attenta ai materiali, alle linee, ai piccoli dettagli.

Così i prodotti da gara entrano nelle gallerie del vento della Fiat e della Moto Guzzi, mentre le fibre vengono testate in collaborazione con il Politecnico di Milano.

Nel 1985 i Campionati del Mondo di sci alpino vengono destinati a Bormio e Colmar fa da sponsor e dedicando una giacca speciale all’avvenimento.

Nell’estate del 1992 il rapporto decennale con la FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) si interrompe in maniera improvvisa e imprevista.

Per l’azienda fu un duro colpo economico, d’immagine e di credibilità nel mondo dell’articolo sportivo.

Oggi Colmar ha diversificato la sua produzione e, oltre all’abbigliamento tecnico, realizza anche capi alla moda.

Nel 2009 nasce la linea Colmar Originals, destinata ad un pubblico giovane.

Questa linea ha permesso di ampliare l’offerta con un prodotto in grado di attrarre l’attenzione del grande pubblico.

Se chi è nato fino gli Anni Ottanta li ricorda soprattutto per i capi tecnici da sci, le nuove generazioni probabilmente li conoscono di più per i piumini con il bollo rosso, il logo originale dell’azienda usato fino al 1985.

Il successo e le evoluzioni di Colmar Originals hanno portato allo sviluppo di una collezione completa. 

Colmar Originals è una linea urban-lifestyle, trendy, d’ispirazione sportiva. Le radici e i valori più positivi dello sport non vengono dimenticati, anzi, linee, materiali e fit derivano proprio dal DNA e dalla storia quasi centenaria di Colmar.

*rif  https://it.wikipedia.org/wiki/Colmar_(azienda) https://www.colmar.it/it-it/cms/index/our-history

Giulio Colombo AD Colmar - L'innovazione aperta di Colmar tra wearable e grafene

Giovanni Iozzia intervista l’amministratore delegato di Colmar che spiega come l’azienda di sportswear fa innovazione introducendo tecnologie wearable e coinvolgendo anche startup, tra cui la società che produce applicazioni di grafene Directa Plus

Atleti Colmar: intervista a due dei più forti freerider italiani

Chiudi il menu